The mantuan equipe Mozzi-Biacca wins the 2014 Mille Miglia

The winner of the 2014 Mille Miglia was car number 42, a 1928 Lancia Lambda Tipo 221 Spider Ca.Sa.Ro. The car was piloted by Giordano Mozzi with Stefania Biacca as co-pilot. The second placed car was a 1930 Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato piloted by Alessandro Gamberini and Mirco Magni, both Italians.

A discovered trophy come to the museum



This cup was recently discovered, restored and finally donated to the Museum collection. Tazio Nuvolari won this trophy in 1928 at the 350cc class in the Circuito del Tigullio. Then this cup was lost but in 2013 was discovered and restored by Vittorio Carreri, a mantuan doctor. On april this cup is donated to the museum and it will be proudly exposed.

Cisitalia-Abarth 204A sold at Motostalgia auction


This Cisitalia-Abarth 204A is the last car driven by Tazio Nuvolari and it was sold at Motostalgia auction  in Austin, Texas, the last 16th of november, during the Grand Prix of the Americas. In this picture you can see it when it was exposed in the museum exhibition, lent by his last owner, Mr. Sergio Lugo.

Internet hits to choose name of new Ferrari F1 car. Tazio or Nuvolari can be choosen



The name of the Scuderia’s car for 2014? It will be chosen this coming January by millions of Ferrari fans from around the globe through the Internet. President Luca di Montezemolo announced the news at the traditional pre-Christmas dinner with the Italian motor sport media at the Fiorano circuit.
Ferrari has always made good use of its website, and indeed the Scuderia was the first F1 team to present its new car on line, back in 1996. Once again this year, the new car launch proved very popular, with 83,000 all on-line at the same time, a figure almost equal to those who watched the wedding of William and Kate live (87,000) from 158 different countries.
The Scuderia’s official Facebook page, which has only been up and running for a few months, this morning at 6.15 CET reached the 500,000 liker mark thanks to Giovanni Refugia Arceo from Colombia, while the company page has sailed past the 12.5 million mark. @insideferrari, the official Twitter account which, among other things, allows one to follow a race weekend in real time from inside the Maranello marque’s garage, has over 670,000 followers.

Fonte: www.formula1.ferrrari.com

Eberhard dona uno splendido orologio al Museo Nuvolari



Sono passati 121 anni esatti dal 16 novembre 1892, giorno in cui nasceva a Castel d’Ario un pilota straordinario, Tazio Nuvolari, la leggenda più marcata della storia dell'automobilismo, chiunque ne conosce il nome e ne ricorda le straordinarie imprese.
La storica Maison svizzera Eberhard & Co. legata con un filo rosso a questo grande mito, per onorarne la memoria, ha deciso di donare al Museo Tazio Nuvolari di Mantova, in concomitanza con ricorrenza della sua nascita, un pezzo speciale della propria collezione storica: un particolare orologio da tasca meccanico degli anni ’30 con funzione di sveglia.
La storia narra che il pilota possedesse proprio un orologio Eberhard di cui però fu ritrovata solo la custodia originale con il marchio e la riproduzione del palazzo storico della Maison; oggi Eberhard ha deciso di ricongiungere il segnatempo idealmente appartenuto a Tazio Nuvolari alla custodia e di completare così la ricca collezione di cimeli e oggetti che hanno fatto parte e raccontano la vita del “Mantovano volante”. E’ una storia fatta di passione, tempo e sfide quella che unisceTazio Nuvolari e Eberhard & Co., Maison specializzata nella produzione di orologi ad alto contenuto tecnico, che all’interno della propria ricca gamma di segnatempo, dedica una collezione speciale al più grande mito dell’automobilismo sportivo di tutti i tempi ed è sponsor di uno degli appuntamenti più importanti nel panorama delle corse per auto storiche a livello mondiale a lui dedicato: il Gran Premio Nuvolari. La collezione Eberhard & Co. “Tazio Nuvolari”, è stata ideata e realizzata in base a una filosofia progettuale che ha come riferimento la strumentazione delle auto da corsa dell'epoca. Il posto di guida delle straordinarie vetture con le quali il"Mantovano Volante" conquistò tante vittorie è stato, per i tecnici Eberhard, una concreta fonte di indicazioni e soluzioni, sia funzionali, sia estetiche. Gli strumenti "alloggiati" nel cruscotto dovevano ottemperare a esigenze di essenzialità, nitidezza, facilità di lettura, precisione, resistenza alle intemperie ed alle vibrazioni.
A partire dal 1992 anno di nascita del primo segnatempo “Tazio Nuvolari” la Maison ha rinnovato anno dopo anno questa straordinaria collezione mantenendone alcune caratteristiche peculiari come la particolare lavorazione a “rosette” del fondo serrato da viti e della lunetta che ricorda le finiture dei cruscotti delle auto da corsa dell’epoca, la firma del pilota incisa che aggiunge un valore intangibile non meno importante della sofisticata tecnologia costruttiva, le sue iniziali “TN”, la riproduzione stilizzata della leggendaria tartaruga, portafortuna del pilota, donata al “Mantovano Volante” da Gabriele d'Annunzio, suo grande amico ed estimatore, con la dedica: "All'uomo più veloce del mondo, l'animale più lento". La collezione Tazio Nuvolari si conferma un’affascinante combinazione di elementi estetico-funzionali che custodiscono l’essenza della passione sportiva di Eberhard & Co. e la traducono in modelli dalla personalità unica. Ecco perché se Tazio Nuvolari si mettesse oggi al volante, avrebbe al polso il "Suo" modello, così come lo ebbe in passato, visto che fra i suoi cimeli compare appunto la scatola di un orologio da tasca Eberhard.
L’orologio da Tasca donato al Museo ha fatto il suo debutto in occasione della mostra “D’Annunzio a Bologna. E séguito a vivere, studiosamente voluttuosamente...”. L’esposizione, la più importante realizzata su d'Annunzio, tenutasi presso Casa Saraceni fino al 10 novembre, si collocava nell'ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dello scrittore e conteneva una sezione speciale dedicata a Tazio Nuvolari. Il gioiello è stato esposto, a completamento della vetrina dedicata al rapporto tra il vate e il pilota, insieme ai cimeli provenienti dal Museo Nuvolari tra cui la scatola dell’orologio Eberhard storicamente appartenuto a Nuvolari e la mitica Targa Florio del 1932.


Page 2 of 4