Artisti per Nuvolari

1 Nuvolari invito new

Il percorso espositivo della Casa Museo Sartori, inizia dedicando una mostra-omaggio ad uno dei personaggi che meglio rappresenta la comunità di Castel d’Ario e dell'Italia intera, Tazio Nuvolari; l'appuntamento coincide con il 60° anniversario della scomparsa del grande pilota.

Tazio Nuvolari. Già all’inizio lo abbiamo sentito come un personaggio ideale, capace di ispirare molti artisti perché non anonimo, perché eroe positivo, perché simbolo di un'Italia in crescita..., personaggio molto conosciuto, famoso, celebrato e spesso ricordato, da analizzare con attenzione, celebrato sì ma non con l'enfasi che forse meriterebbe...

Tazio Nuvolari, il più grande pilota di vetture della prima metà del secolo scorso, è da sempre entrato nell'immaginario popolare, per quelle doti di coraggio, audacia e spregiudicatezza che tutti gli hanno riconosciuto e spesso 'invidiato'. Negli anni Trenta, la popolarità di Tazio era straripante, conteso dai grandi dell'epoca: nel 1932, undici giorni dopo il trionfo di Montecarlo, il Vate della letteratura italiana Gabriele D'Annunzio lo riceveva al Vittoriale e lo omaggiava di una piccola tartaruga d'oro, gioiello che Tazio avrebbe poi assunto come proprio simbolo e amuleto. La tartaruga sarebbe stata da lui usata anche nella carta da lettera, dipinta sulla fiancata del suo aereo privato, appuntata sulle sue maglie di colore giallo. Qualche anno dopo, Secondo Casadei, fondatore dell'omonima orchestra, gli dedicava la canzone Nuvolari. Enzo Ferrari, più tardi, di lui diceva "..ha un coraggio quasi disumano". A Tazio, il pilota che sfidava anche gli aeroplani..., sarà dedicata l'importante gara automobilistica "Premio Tazio Nuvolari", e così, la mitica "Mille Miglia" da lui vinta, trova ai giorni nostri, in Castel d'Ario una delle mete scelte spesso, per il percorso. Nella nostra contemporaneità, anche il cantante Lucio Dalla ha voluto dedicare al nostro audace una canzone, divenuta poi famosa.

Dicevamo dell'idea di Arianna Sartori di rendere omaggio a Tazio Nuvolari, idea che richiedeva coraggio, e con coraggio lei si è tuffata nell'impresa: ha preso contatti, ha invitato, organizzato e curato la mostra attuale. Agli artisti ha affidato un nuovo mito da studiare, approfondire, sviluppare ed analizzare, che li avrebbe portati alla produzione delle opere che sono qui esposte. In effetti, gli artisti, di generazioni diverse, provenienti dalle svariate regioni italiane, hanno aderito con entusiasmo, perché coinvolti e stuzzicati, provocati da 'tanto' personaggio che bene si prestava alle diverse interpretazioni delle singole personalità. Alcuni artisti avevano vissuto in gioventù il mito di Nuvolari, altri oggi, lo rivivono nel ricordo...; ne è nata una raccolta di opere intrigante e curiosa, che solo nel soggetto trova davvero un senso logico, ma più affascinante ancora è rilevare quale sia l'aspetto del personaggio che abbia colpito la fantasia e la creatività dei nostri artisti.

Equilibrare le diverse espressioni artistiche, coinvolgere le molte e diverse personalità, non è stato facile, certamente i pittori invitati, come dicevo sono tutti artisti consacrati, tra i quali alcuni sono anche titolari di cattedre in accademie d'arte italiane, in più anche altri artisti che, pur essendo giovani, già si sono posti all'attenzione della migliore critica, hanno prodotto lavori estremamente interessanti e validissimi sia dal punto di vista artistico che culturale...
51 artisti x Nuvolari

Presentazione de "Il Mantovano Volante" - AMAMS

Sabato 20 aprile alle ore 11, presso il Museo “Tazio Nuvolari” in via Giulio Romano, si terrà la presentazione de “Il Mantovano Volante”: evento per auto d’epoca in programma per sabato 27 e domenica 28 aprile organizzato dall’Associazione Mantovana Auto e Moto Storiche “Tazio Nuvolari” in collaborazione con il Lions Club Mantova Andrea Mantegna.

 locandina mantovano volante 2013 corretta

Il Mantovano Volante è una manifestazione di regolarità con strumentazione cronometrica classica per auto sportive prodotte fino al 1975 e ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare in beneficenza ai paesi terremotati del territorio mantovano.

L’iniziativa è patrocinata dall’Asi - Associazione Auto Storiche Italiana, dalla Fiva – Fédération Internationale des Véhicules Anciens, dalla Provincia di Mantova e dal Comune di Mantova, di Castel d’Ario, Volta Mantovana, Sabbioneta e San Benedetto Po.

Il programma della due giorni prevede la partenza delle vetture da Piazza Sordello a partire dalle 10.00 di sabato 27 aprile. Le vetture saranno quindi impegnate in alcune prove cronometrate a San Benedetto Po e Sabbioneta. Al termine della prima giornata di prove e a seguito della cena di gala esclusiva che si terrà nel Ridotto del Teatro Sociale di Mantova, Teo Teocoli presenterà il proprio spettacolo “Teo Teocoli Show”, evento fortemente voluto dall’Amams per comunicare la propria attività di promozione della cultura del motorismo storico anche ai non appassionati di auto e moto d’epoca. I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Sociale di Mantova. (http://www.teatrosocialemantova.it) oppure presso la sede di Amams a Romanore.

La “corsa” terminerà domenica 28 aprile dopo le ultime prove cronometrate che si svolgeranno sulle colline dell’Alto Mantovano che decreteranno il vincitore dell’edizione 2013. Alle 16.00, presso la Galleria Nazionale dei Vigili del Fuoco di Mantova, altro gioiello della cultura motoristica mantovana, si terranno le premiazioni.

In occasione della presentazione de “Il Mantovano Volante” verrà anche ufficializzata, attraverso una donazione, la collaborazione che nasce dalle più importanti realtà motoristiche mantovane accomunate dal nome di Nuvolari, Amams appunto, e Museo Tazio Nuvolari.

Per ulteriori informazioni potete contattare Lorenzo e Mirka all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure visitare il sito www.amams.org o www.ilmantovanovolante.it

Al Museo Tazio Nuvolari “Il meccanico di Fangio”

Copertina

Il 16 marzo, alle ore 11.00, la presentazione del libro di Borroni

Alle ore 11.00 di sabato 16 marzo verrà presentato al Museo Tazio Nuvolari (ex chiesa del Carmelino, via Giulio Romano - angolo N. Sauro, Mantova), il libro di Roberto Borroni Il meccanico di Fangio (Tre Lune Edizioni). E non solo di Fangio, ma anche di Nuvolari e Varzi. Una ricca e a volte inedita documentazione fotografica scorre parallela alla biografia del geniale meccanico, scandita dai rapporti professionali e umani intrattenuti con i tre eccezionali campioni.
In particolare, la paziente e sistematica ricerca condotta dall'autore in archivi privati e di famiglia ha messo in luce una foto che ritraeva Juan Manuel Fangio, l’indimenticabile asso argentino del volante, con un meccanico di Mantova: Amedeo Bignami, zio dell'autore. Così Roberto Borroni, ex senatore e sottosegretario all'Agricoltura, ha iniziato a seguire le tracce di questa coppia inossidabile, protagonista di tante vittorie nelle corse. Il libro, a metà tra storia e romanzo, ripercorre il sequestro del campione argentino alla vigilia del Gran Premio di Cuba del 1958 da parte dei guerriglieri di Fidel Castro. I rapitori annunciarono di volerlo liberare solo a corsa ultimata «per compiere un gesto di sfida contro il governo Batista». Tutto si risolse per il meglio, come confermò lo stesso Fangio: «Mi hanno trattato bene e si sono scusati per il disturbo». Un grande campione anche fuori dall'abitacolo che non mancò di riconoscere i meriti del suo braccio destro, quell'Amedeo Bignami nato nel quartiere popolare di Porto Catena.
Interverranno alla presentazione Roberto Borroni, autore del libro e Giancarlo Pascal, Presidente dell'Automobile Club Mantova. All'interno del Museo sarà possibile ammirare, inoltre, la Cisitalia 204A Spyder Sport, elaborata da Abarth e guidata dal “Mantovano volante” nella corsa in salita Palermo-Monte Pellegrino del 1950, che vide la vittoria conclusiva della sua stupefacente carriera.

2012-SCHEDA-LIBRO-Borroni p

Cisitalia Abarth 204

Cisitalia-Abarth-204

Al Museo Nuvolari la Cisitalia Abarth 204
Il 21 gennaio, alle ore 16.00, la presentazione ufficiale al Carmelino
(via Giulio Romano-angolo Nazario Sauro, Mantova)

Da sabato 19 gennaio 2013 sarà esposta al Museo Tazio Nuvolari la Cisitalia 204A Spyder Sport, elaborata da Abarth e guidata dal “Mantovano Volante” alla conquista della vittoria conclusiva della sua stupefacente carriera. Era il 10 aprile 1950 quando la corsa in salita Palermo-Monte Pellegrino vide Nuvolari tagliare il traguardo sulla piccola 204 quinto assoluto e primo della classe 1100 Sport, con un distacco minimo dalle più potenti Ferrari di Musso, Bordonaro e La Motta e dalla Maserati di Musmeci.
L’Abarth Cisitalia 204A condotta da Tazio, vettura unica per le sue caratteristiche, appartenente a una produzione di soli 7 esemplari, dopo il lunghissimo e meticoloso lavoro di restauro eseguito dal proprietario Sergio Lugo, è tornata in pista. Ha attraversato l'oceano Atlantico per partecipare, da protagonista, alla Mille Miglia storica e alla rievocazione del Centenario del Giro di Sicilia, approdando infine al Museo Nuvolari.
La conferenza stampa di presentazione della vettura è prevista per lunedì 21 gennaio alle ore 16,00 nella sede museale di via Giulio Romano (angolo via Nazario Sauro), a Mantova.

Mantova, 14 gennaio 2013

Inaugurazione nuova sede museo

1

E finalmente il Museo Tazio Nuvolari trova una nuova casa. Dopo quattro anni dalla chiusura della sede originaria nel Palazzo del Podestà, in Piazza Broletto, e dopo quasi un anno dalla fine dell’esposizione temporanea nelle Sale del Capitano, in Piazza Sordello, il Museo riapre i battenti all’interno dell’ex chiesa del Carmelino, in via Giulio Romano.
La nuova sede, affidata dal Comune all’Automobile Club di Mantova, erede testamentario dei trofei e della memoria di Nuvolari, è stata debitamente ristrutturata al fine di adeguare i locali dell’ex Archivio storico a luogo di conservazione e fruizione delle memorie del “Mantovano volante”. I lavori, condotti su progetto dell’architetto Franco Mondadori, sono stati interamente finanziati dall’associazione “Amici del Museo Tazio Nuvolari Onlus” a cui hanno aderito molti privati e aziende mantovane. Il risultato è un dono alla cittadinanza che non solo potrà finalmente rivivere le gesta sportive di uno dei mantovani più illustri, ma anche visitare un edificio storico rinascimentale, fino ad ora inaccessibile al pubblico.
I festeggiamenti per il ricorrere del 120° anniversario della nascita del grande pilota si svolgeranno nelle giornate del 16 e del 17 novembre, secondo il programma sotto riportato, nell’ex chiesa del Carmelino (via Giulio Romano - angolo via Nazario Sauro). Si comunica agli appassionati di filatelia che, durante l’inaugurazione di venerdì, sarà attivato il servizio temporaneo di annullo speciale.
Un sentito ringraziamento a tutti i soci della Onlus “Amici del Museo Tazio Nuvolari” che hanno reso possibile la riapertura del Museo e, in particolare, al Consiglio Regionale della Lombardia e alla Fondazione Banca Agricola Mantovana per aver finanziato la giornata d’inaugurazione.


Programma:

Venerdì 16 novembre 2012 – Inaugurazione per la stampa e le autorità
17,30 conferenza stampa nell’Aula Magna Isabella d’Este
18,00 taglio del nastro e visita guidata al Museo
18,30 buffet e servizio di annullo postale speciale

Sabato 17 novembre 2012 – Apertura gratuita per la cittadinanza
Dalle 10,00 alle 18,00 con orario continuato, l’ingresso sarà libero per tutti coloro che vorranno visitare la nuova sede museale.


Mantova, 5 novembre 2012

Pagina 7 di 7

Cookie Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Per saperne di piu'

Approvo